VENERDI’ 20
dalle ore 19.00 alle ore 00.30

 

Djsetta

Djsetta è una crew al femminile che si muove su Roma da più di tre anni. Djsetta è un pentagono di donne che ricerca musica, immagini, comunicazione e lifestyle il cui sapore si piazza a metà tra il pulp di Venice Beach  e la rudezza pittoresca di Centocelle. Niente a che fare con te o con la superficialità di Beyonce.

Djsetta è niente.


 

 

Aighiv

La scelta definisce l’uomo.
Aighiv vive e lavora a Palermo. Propone musica con lo spirito di portare gli ascoltatori lontano dalla quotidianità e nel regno della loro immaginazione.
I Set costruiti con l’uso di strumenti avanzati di miscelazione del suono danno alle sue esecuzioni dal vivo sonorità diverse e particolari che spaziano dall’Afro alla Techno all’Elettronica mantenendo una forza e una ritmica sempre energetica e vitale con un occhio alla sperimentazione.
Sempre in continua evoluzione, Aighiv lavora a due progetti complementari: Full Moon, un concept creato per diffondere la musica etnica e la world music, un ponte musicale verso paesi di cultura diversa; Liquid, un concept per la diffusione della musica e dell’arte elettronica.

 

 

Broke One

Broke One è considerato uno dei talenti più interessanti della scena elettronica italiana ed europea. Le sue produzioni sono frutto di anni passati in studio alla ricerca di uno stile personale passando dall’house dall’hip-hop delle origini e dalla melodia. Il 2011 è stato l’anno della consacrazione con l’uscita dell’EP “GoGoGo”, sulla scia del revival del suono 90’s (vedi alla voce Lone e Machinedrum), in cui appare anche un remix degli Evil Nine, mostri sacri della dance inglese. La conferma definitiva arriva quando Broke One viene selezionato per partecipare alla prestigiosa Red Bull Music Academy, fucina di talenti provenienti da tutto il mondo.

 

 

 

Mysticlab

Mysticlab è un progetto ideologico e musicale, frutto della collaborazione tra due dj/producers palermitani che provengono da background differenti e da una passione in comune, la ricerca. Attraverso l’ascolto ossessivo di tracce musicali in qualsiasi formato e l’attenzione per un’inappagata evoluzione personale, Maurizio e Riccardo hanno cercato di scoprire il sound perfetto; percorso che li ha portati all’origine dell’house music, all’essenza del groove. Ora coltivano la sacralità dell’house e diffondono il messaggio.

 

 

 

SABATO 21
dalle ore 19.00 alle ore 00.30

 

ADDAMS QUARTET

”Films and cartoons music project”

Mauro D’Agati: Chitarra + megafono
Tommaso Chirco: basso
Sergio Manduca: Batteria e Percussioni
Lino Costa: Chitarra

Il quartetto nasce nel 2010 dall’idea di reinterpretare colonne sonore di film piuttosto conosciuti e sigle di cartoni animati, anche se l’interpretazione spesso viene eseguita in chiave jazzistica, il riscontro è gradevole anche per un pubblico di non jazzofili.

Il repertorio del Trio comunque va al di la  del progetto ‘’Films e Cartoons’’, infatti a seconda del contesto musicale (festival, piazze,teatri etc.) la scaletta viene integrata da classici della musica italiana, rivisitati con uno stile molto originale.

I componenti del trio hanno un’esperienza ventennale e non soltanto nell’ambito della musica jazz, tra le svariate collaborazioni ricordiamo: i ‘’Vintage’’, gli ‘’Alma Latina’’, i ‘’Bonanova’’, ‘’La Banda di Palermo’’,  i ‘’Graffiti’’, Mauro Schiavone, Dario Sulis, Mimmo La Mantia, Tobia Vaccaro, Silvia Balistreri, Rossana Casale, Luca Barbarossa, Renzo Arbore, Orazio Maugeri, Lenin Moreno, Francesco Guaiana, Fabrizio Brusca, Giuseppe Costa, Tinturia, etc.

 

 

Paul Zigfrist

Dopo aver trascorso molti anni in cerca di uno stato d’animo musicale che lo ha posto beatamente in sintonia con l’Universo, nel 2009 Paul Zigfrist è stato illuminato sulla Via della Beat. Da allora, è stato ossessionato con l’ascolto e il campionamento (per lo più musica Soul), e questo lo ha portato lontano dalla società civile per circa due anni.

2011 è finalmente l’anno dell’amore. Per placare la sua ossesssione per la musica, si diverte ritagliando articoli di giornale e rimontarli in mosaici di carta.

 

 

 

G-Blaster

Ettore Sorrentino (aka G-Blaster) inizia come collezionista di dischi verso la metà degli anni ’90, ma subito decide di operare come dj. Sotto la guida di due importanti esponenti dell’underground palermitano, Robertone Di Girolamo prima, Danilo Durante poi, si appassiona a sonorità funk, soul ed acid jazz. Frequenta le aree della avanguardia artistico-musicale palermitana ampliando così le sue conoscenze musicali e nn solo ( si avvicina da un lato al punk rock, ma anche alla indie dance di Manchester) ed in questo periodo (1998) alterna l’attività di critico musicale a quella di dj ( principalmente sonorità breakbeat e drum n’bass). Sempre incuriosito dalle novità da lì in avanti cercherà uno stile personale ed eclettico, volto all’abattimento delle “barriere sonore”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...